Agopuntura – Risposte a domande frequenti

Il risultato del trattamento può essere valutato dal solo soggetto, che si accorge di vedere meglio, dall’oftalmologo (misurazione del campo visivo, ecc.), oppure da entrambi.
Anche se il risultato dovesse esclusivamente essere documentato dall’oftalmologo e non avvertito dal soggetto, esso è comunque importante, in quanto trattamenti successivi di “agopuntura Boel” potrebbero bloccare o stabilizzare la situazione, evitando ulteriori deterioramenti.
Vi sono stati casi, riportati nei giornali tedeschi e danesi, di “miracolati” ormai ciechi che hanno ripreso a guidare grazie a questo trattamento. Questi casi sono rari purtroppo, ma in linea generale, un miglioramento, anche se “solo” del 15-20% significa molto per una persona alla quale è stato detto che non ci sono speranze e “non c’è più nulla da fare”. Come accennato, i risultati variano da persona a persona (a seconda del tipo di problema e della data della sua insorgenza, dell’età e delle condizoni del soggetto). Viene in genere riportato un miglioramento, di entità variabile,  nel 60-70% dei casi trattati. Va tuttavia considerato che anche un arresto o rallentamento del deterioramento  della patologia costituisce un risultato positivo.

Dei risultati clinici di agopuntura nel trattamento di retinite pigmentosa e maculopatia potete leggere nel’ articolo “Risultati dell’Agopuntura Boel. Studi clinici ed esperienza pratica”.

Tempistica di trattamento con agopuntura

Nella maggior parte dei soggetti è stato riportato un risultato iniziale dopo il sesto giorno di trattamento, ma anche quando non vi è un miglioramento all’inizio è possibile riscontrarlo nelle sei settimane successive. Se non si percepisce un miglioramento entro le sei settimane significa che la patologia non risponde a questo tipo di trattamento ed è  inutile ripeterne un ciclo.

Vi sono controindicazioni od effetti collaterali?

L’unica controindicazione è una fobia verso gli aghi di agopuntura (fenomeno di per sé raro). Soggetti diabetici devono misurarsi la glicemia prima e dopo il trattamento in quanto sono state riportate crisi di ipoglicemia.

I punti di agopuntura sono dolorosi?

Questi punti sono un po’ più dolorosi rispetto ai punti di agopuntura classica, ma la sensazione è tuttavia sopportabilissima, anche per i bambini.

Dove vengono inseriti gli aghi?


Contrariamente a ciò che pensano molti, gli aghi non vengono inseriti sopra gli occhi ma nella fronte, mani e piedi.

Delucidazioni su un ciclo di trattamento agopuntura

Un ciclo di agopuntura dura 10 giorni consecutivi in cui vengono effettuati due trattamenti al giorno.
Se l’agopuntura è stata efficace (vedi sopra) sono opportuni cicli di mantenimento dalle due alle tre volte l’anno, a seconda del caso. I dettagli sulla struttura del ciclo e la durata della procedura di agopuntura possono essere letti sulla pagina “Descrizione del trattamento di agopuntura”.

Dove si può effettuare agopuntura Boel in Italia

Per informazioni e trattamenti in Italia è possibile rivolgersi agli studi medici della Dr.ssa Fiamma Ferraro:

  • Via Pio IX 156A, 00167 Roma (Metro A, fermata “Cornelia”)
  • Via degli Orti Oricellari, 26, 50123 Firenze (presso Antar, Centro di Medicina Integrata)
  • Via Settembrini 3, 41011 Carpi (Modena)
  • Via del Vallino 5 53016 Murlo (Siena)

Tel. (0039) 3456248926 (dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 20) 

e-mail: fiafer@yahoo.com

sito web: www.saluteglobale.com

Per ulteriori informazioni ved. le pagine Dove si può effettuare il trattamento di agopuntura Boel in Italia e Contatti e link

Alla pagina iniziale: HOME

Questo sito è a solo scopo informativo-conoscitivo e non intende in alcun modo dare consigli medici. Prima di intraprendere/modificare/cessare  qualunque misura e trattamento medico occorre consultare  il proprio medico curante ed attenersi alle sue indicazioni.

Aggiornato  FEBBRAIO 2017